A VERBANIA LE SCUOLE DEL COMUNE SONO TRA LE MIGLIORI D’ITALIA

Una rilevazione di Legambiente colloca le scuole materne, elementari e medie di Verbania alla 15° posto nazionale. Un risultato molto lusinghiero, che conferma il lavoro fatto negli anni dal Comune per migliorare i plessi. Ma il neo-assessore al Lavori Pubblici non ha mancato di parlarne male in Consiglio Comunale

Leggiamo sul quotidiano on-line Verbanianews: “Non sono l’eccellenza di Prato (prima in classifica) ma le scuole comunali verbanesi (materne, elementari e medie) si difendono. Nella classifica Ecosistema scuola di Legambiente si sono classificate quindicesime nella classifica complessiva sugli 89 comuni che hanno risposto correttamente al questionario dell’associazione ambientalista. Verbania è invece 21esima nella classifica delle buone pratiche riguardanti i servizi. Mentre è 50 per la sicurezza, ma qui essere nelle retrovie è sinonimo di positività (ai primi posti ci sono i Comuni con le scuole più a rischio)”.

La rilevazione (l’ennesima di questi anni, a segnalare il ruolo di primo piano svolto dalla nostra città nella “buone pratiche” amministrative) conferma una situazione che è sotto gli occhi di genitori e insegnanti: gli edifici scolastici di proprietà del Comune e i servizi erogati dall’Amministrazione (in primis, la mensa) esprimono un elevato livello di qualità, raggiunto grazie al costante investimento di risorse (oltre 7 milioni di euro) che per oltre un decennio ha caratterizza il lavoro delle Amministrazioni di Centrosinistra.

 L’unico a non essersene accorto è stato l’assessore ai Lavori Pubblici, che in Consiglio Comunale in più d’una occasione ha sostenuto che le scuole materne, elementari e medie versano in cattivo stato di manutenzione. Siccome l’assessore abita a Brovello Carpugnino, dove è anche stato sindaco, può essere che confonda scuola e scuola. Sarebbe forse opportuno un sopralluogo, carte alla mano, nelle scuole del nostro Comune: scoprirebbe le ragioni della nostra lusinghiera quindicesima posizione e potrebbe cimentarsi nell’impresa non facile di migliorare ulteriormente il piazzamento.

Questa voce è stata pubblicata in Cultura e Scuola. Contrassegna il permalink.