ASPETTANDO CHIFU, MONTANI E CALDERONI. SIAMO A QUOTA DIECI

Tre amministratori non hanno presentato la dichiarazione patrimoniale e reddituale, pur essendo previsto dalla legge e dallo Statuto. In attesa che ciò avvenga, terremo il conto dei giorni.

La legge 441 del 1982 dispone l’obbligo per alcune categorie di cittadini che ricoprono cariche elettive o di pubblica amministrazione di rendere pubblici i patrimoni e i redditi. Tra costoro anche gli amministratori comunali delle città capoluogo di provincia. Dunque, anche Verbania. L’obbligo di legge è stato ripreso dalla Statuto Comunale, che ha conferito alla disposizione nazionale un sovrappiù di valore locale.

Il rispetto di queste norme di legge e di Statuto è stato richiesto dalle colonne di questo foglio elettronico e sollecitato formalmente al Presidente del Consiglio Comunale e alla Conferenza dei Capigruppo. Come ricordato nello scorso numero di VERBANIASETTANTA, le dichiarazioni patrimoniali e reddituali sono state pubblicate sul sito del Comune e sono consultabili a questo indirizzo: http://www.comune.verbania.it/Amministrazione/Consiglio-Comunale/Dichiarazione-patrimoniale-amministratori-comunali-legge-441-1982.

Tutti gli amministratori hanno adempiuto l’obbligo della pubblicazione, ad eccezione dell’assessore Calderoni e dei consiglieri comunali Chifu e Montani. Poiché siamo convinti che la mancata dichiarazione sia dovuta a mera dimenticanza, li sollecitiamo a compiere quanto prima il loro dovere. Nel dubbio, edizione dopo edizione consulteremo il sito del Comune e ricorderemo loro i giorni trascorsi senza che abbiano adempiuto ad un obbligo di legge.

Ad oggi, 24 novembre, ne sono trascorsi DIECI.

Questa voce è stata pubblicata in La Casta. Contrassegna il permalink.