LA LUCIDA LUNGIMIRANZA DI UNA GIUNTA BOLLITA

Un’Amministrazione in stato marasmatico istituisce la più inutile delle Zone a Traffico Limitato e scatena la sacrosanta protesta dei commercianti. Chiediamo l’immediata revoca del provvedimento.

La settimana scorsa commentavamo la decisione della Giunta di istituire tre inutili Zone a Traffico Limitato (cfr. http://www.verbaniasettanta.it/?p=3531). Ma confessiamo che mai ci saremmo immaginati un colpo da maestro come quello messo a segno dall’Amministrazione: scontentare, con un provvedimento totalmente inutile, l’intera platea dei commercianti di via Guglielmazzi. Con la decisione di impedire il traffico su tutta la via e, di conseguenza, anche sulla via delle Monache, la lungimirante Amministrazione Zacchera ha rifilato un colpo da knock out ai negozianti (giornalaio, verduriere, panettire..) ancora presenti nel tratto iniziale della via. Le proteste sono state immediate e vibranti e ad esse si è aggiunta subito un’interrogazione urgente del PD (leggi qui: Interrogazione-ztl via Guglielmazzi-settembre 2011) che chiede l’immediata revoca del provvedimento che istituisce la ZTL.

Dice il Pd nel presentare l’Interrogazione: “l’istituzione di ZTL non solo non porta alcun reale vantaggio alla mobilità ciclopedonale, già adeguatamente garantita dalla presenza di ZTL lungo via Guglielmazzi da piazza Pasqué in avanti, ma penalizza fortemente le attività commerciali collocate all’inizio della medesima via e sino all’imbocco di via delle Monache, attività che potevano invece avvantaggiarsi di un traffico veicolare di fatto già circoscritto alla sola platea dei residenti e dei clienti dei surrichiamati esercizi commerciali”. Perciò, “considerata sia irrilevanza della ZTL nell’economia complessiva della mobilità ciclopedonale di questa zona di Pallanza sia le comprensibili e legittime proteste degli esercenti interessati, che addirittura ipotizzano la chiusura e l’abbandono delle rispettive attività”, si chiede il ritiro della Delibera che la istituisce.

Questa voce è stata pubblicata in Viabilità, LiberoBus e Circonvallazione. Contrassegna il permalink.