MA ALLORA SI VUOLE UCCIDERE PALLANZA!

Massacrare Pallanza è diventato lo sport preferito della Giunta Zacchera: niente pista di pattinaggio, niente Notte Bianca, niente Festa di Capodanno. E adesso niente Half Marathon: o meglio, resta la partenza della gara, perché l’arrivo è a Stresa. Il tutto alla modica cifra di 20.000 €. Forse era meglio niente.

Una cosa da non credere, se non fosse purtroppo ormai certa. Quest’anno Pallanza perderà anche la bella vetrina turistico-sportiva della Half Marathon che da due anni il Comune e l’associazione Sport Promotion organizzavano a metà marzo. Un avvio in grande della stagione di eventi turistici primaverili e poi estivi, con la presenza di centinaia di atleti da ogni arte del mondo. Meglio: Pallanza non perderà la Half Marathon, ma perderà l’arrivo della gara. Eh sì, perché mentre negli anni scorsi la partenza della gara era prevista a Stresa e l’arrivo sul lungolago di Pallanza, il prossimo 7 marzo – grazie alla lungimiranza della Giunta di Destra e Lega Nord – la gara partirà da piazza Garibaldi per concludersi sul lungolago di Stresa.

Ora, crediamo che anche la persona meno avveduta di sport non potrà non convenire che Pallanza avrà tutti i disagi logistici imposti dalla gara (chiusura delle strade, eliminazione dei parcheggi) e nessuno dei vantaggi (ribalta televisiva per le fasi finali della corsa, presenza di moltissimi appassionati per lo sprint finale, manifestazioni di premiazione, presenza nei bar e nei ristoranti di tutti i team degli atleti, dei familiari e degli amici, presenza per tutto il pomeriggio in città di tifosi e appassionati..). In altre parole, un minuto dopo il colpo di pistola dello starter in piazza Garibaldi inizierà lo sbaraccamento dei tre gazebo del “pronti/via” e tutta l’attesa (anche quella per il nuovo record sulla distanza, che si vuole portare sotto l’ora) si trasferirà a Stresa, con tutta la ricaduta commerciale. Pallanza vivrà invece l’esaltante momento della punzonatura dei partecipanti, il rito della pacca sulle spalle ad amici e parenti, il bacio al nipotino…e via, tutti a seguire la carovana dei maratoneti in direzione della cittadina borromea. E poi fermarsi lì.

La precedente Amministrazione di Centrosinistra aveva portato a Pallanza la Half Marathon, gli Europei juniores di Ciclismo, i nazionali di pattinaggio insieme alla pista invernale di “Pallanza on ice”, la Notte Bianca, la Festa di Capodanno. E poi Villa Giulia a le Mostre d’Arte Contemporanea (a proposito, il 14 marzo s’inaugura “Masbedo. Schegge d’incanto”). Questa Amministrazione ha tolto tutto! Resta solo Villa Giulia, perché non sono ancora riusciti a farla chiudere. E speriamo che si salvi il Corso Fiorito.

Immaginiamo grande entusiasmo tra commercianti, esercenti e ristoratori. D’altro canto, già lo scorso anno l’attuale assessore Manzini s’era scagliato contro quello che a suo dire era il disagio e la confusione causati dall’arrivo dell’Half Marathon. Quest’anno, sedendo in Giunta, è riuscito nell’intento di togliere tutta la confusione. Molti complimenti. Ah, dimenticavamo: per questa straordinaria opportunità di assistere alla partenza della gara, il Comune scuce agli organizzatori 20.000 €. La stessa cifra pagata gli anni scorsi. Per avere l’arrivo. Superfluo ogni ulteriore commento.

Questa voce è stata pubblicata in Politica cittadina. Contrassegna il permalink.