NON L’HANNO ANCORA REVOCATA: E SONO 40 GIORNI!

Farà molta fatica la Giunta Destra-Lega Nord a giustificare l’”autoconcessione” del privilegio della sosta gratuita per le auto private di sindaco e assessori nei parcheggi a pagamento della città. E sarà fatica vana. Per meglio capire le ragioni della più volte denunciata “persecuzione” dei vigili urbani nei confronti delle automobili dei loro amministratori (?!), ho inviato al Comandante della Polizia Municipale la seguente nota.

“Comandante,                     leggo su la Stampa del 16 dicembre una dichiarazione del Sindaco che, a giustificazione della delibera di Giunta che consente agli amministratori la sosta gratuita nei parcheggi a pagamento della città, ricorda come gli assessori stessi, durante le riunione di Giunta dovessero scendere continuamente per inserire monete nel parchimetro sotto la sede municipale di Pallanza, per evitare di trovarsi una multa “in men che non si dica“.

Qualche settimana fa su La Prealpina sempre il Sindaco sosteneva: “In questi mesi gli assessori hanno preso un sacco di multe nel parcheggio blu sotto il Municipio. Non si poteva andare avanti così: c’è qualcuno che evidentemente è molto attento alla scadenza dei tagliandi sulle auto degli amministratori”.

Poichè gli unici “molto attenti alla scadenza dei tagliandi” (assessorili o meno) e titolati a elevare “un sacco di multe…in men che non si dica” sono gli ausiliari del traffico e i vigili urbani, gradirei avere da parte sua una valutazione di merito sulle affermazioni del sindaco, e in particolare vorrei conoscere se da parte di ausiliari e vigili vi sia stata una specifica, puntuale, studiata e pianificata azione di controllo nei confronti delle autovetture degli amministratori in sosta sotto il Municipio e altrove, talmente stringente da costringere la Giunta ad assumere la decisione di esentare i propri componenti dal pagamento della sosta in tutti i parcheggi “blu” della città (e non solo di p.zza Garibaldi).

Se così non fosse – come penso e spero – attendo una sua parola pubblica e definitiva che assicuri me e i cittadini sull’imparzialità e professionalità degli Agenti di Polizia Locale del Comune di Verbania.

La saluto molto cordialmente.”

Farà molta fatica, questa Giunta. Ne farebbe molto meno a revocare questo insensato privilegio. E fino alla revoca, VERBANIASETTANTA contabilizzerà le giornate dell’obbrobrio.

Questa voce è stata pubblicata in Politica cittadina. Contrassegna il permalink.