SE IL MONDO ANDASSE PER IL VERSO GIUSTO ….

Nel 2008 la Fondazione Cariplo aveva assegnato su Bando un contributo di 2,8 milioni al Comune di Verbania per la riqualificazione della Sassonia (recupero dell’ex Camera del Lavoro e nuovo teatro/polo culturale). Il progetto del Cem al posto dell’arena non c’entra nulla con quello che quattro anni fa aveva vinto il Bando, ma i soldi vengono ugualmente dati…

Nel 2008 la Fondazione Cariplo pubblicò il Bando “Interventi Emblematici” per la Provincia del Verbano Cusio Ossola, con una dotazione complessiva di € 7.500.000. Al Bando partecipò  anche il Comune di Verbania (Giunta di Centrosinistra) con il progetto di riqualificazione del quartiere della “Sassonia” (più precisamente nella piazza F.lli Bandiera) mediante la realizzazione del nuovo teatro cittadino e il contestuale recupero dell’ ex Camera del Lavoro. Il progetto, ritenuto coerente con gli obiettivi del Bando e dunque ammesso a finanziamento, ottenne un contributo di € 2.800.000, a fronte di una spesa complessiva prevista di € 13.600.000

L’Amministrazione PdL/Lega Nord, insediatasi nel giugno 2009, ha cambiato il progetto destinatario del finanziamento Cariplo: invece di un intervento di riqualificazione di una porzione urbana mediante la costruzione di un teatro e il recupero di uno stabile storico in condizioni fatiscenti, è stato progettato un “Centro Eventi Multifunzionale” in altra area della città, con dimensioni, localizzazione e caratteristiche architettoniche, edilizie e funzionali diverse. Naturalmente, anche il costo dell’intervento è cambiato, passando da 13,6 milioni di euro a 18,7 milioni di euro

Di fatto, pur comprendendo al proprio interno uno spazio teatrale (accanto a uno spazio per la congressistica e a uno spazio commerciale di ristorante/bar), il nuovo progetto del Centro Eventi è intervento totalmente diverso da quello presentato dal Comune di Verbania in occasione del Bando del 2008. Avendo mutato tutte le caratteristiche originarie, appare evidente lo stravolgimento dell’originaria idea per manifesta incongruenza tra il progetto che ha concorso al Bando e quello che il Comune di Verbania intende ora realizzare. In parole più semplici: la Fondazione Cariplo finanzia un progetto mai presentato al Bando che stanziava le risorse.

Se il mondo andasse per il verso giusto, quel contributo sarebbe stato revocato. Ma se il mondo andasse per il verso giusto, mai un Ente pubblico (la Regione Piemonte, nel nostro caso) avrebbe riconosciuto come “area degradata” meritevole di risanamento con i soldi dei cittadini (il PISU) uno spazio come quello del parco Arena, riqualificato e risanato con soldi pubblici e con l’approvazione finale della Regione stessa solo una manciata d’anni fa, dopo essere stato per decenni davvero un’ “area degradata” a cava per inerti.

Questa voce è stata pubblicata in Teatro. Contrassegna il permalink.