TEATRO. LA PRESA DI POSIZIONE DEL PD SUL LITIGIO ZACCHERA/LEGA NORD

ERBANIASETTANTA aveva visto giusto: Lega Nord e sindaco sono ai ferri corti sulla vicenda teatro. E il PD verbanese prende nettamente posizione.

Quello che il Partito Democratico da settimana denunciava, e cioè la profonda frattura tra Lega Nord e Zacchera sulla questione del nuovo teatro, è stata clamorosamente confermata prima delle indiscrezioni sull’agitato incontro tra sindaco e leghisti  lunedì  sera e poi dall’intervista “doppia” di sindaco e vicesindaco su La Stampa.

Abbiamo registrato – dice Paolo Sulas, coordinatore del Pd verbanese – la totale dissonanza dei due sull’ipotesi del nuovo teatro: hanno insieme votato la Delibera di Giunta (la n. 1 del 2010) con la quale si danno ad Arroyo 530.000 € per “traslare” il progetto vincitore del Concorso Internazionale da piazza Mercato all’Arena e adesso dicono cose diametralmente diverse, al punto che De Magistris ha ventilato l’ipotesi di dimissioni e accusato Zacchera di non fare gioco di squadra.

 Adesso la Lega giura che mai e poi mai il progetto Arroyo verrà realizzato all’Arena, ma intanto all’architetto madrileno è stato dato un incarico specifico, puntuale e molto ben retribuito. Il rischio vero è che questa incredibile superficialità faccia perdere alla nostra città l’occasione storica di avere un teatro adeguato alle sue esigenze, quello che la precedente Amministrazione di Centrosinistra aveva portato a un passo dalla messa in appalto dell’opera. Bisogna tornare immediatamente all’ipotesi di piazza F.lli Bandiera: in caso contrario, lo scontro tra Lega e Zacchera finirà per mortificare ingiustamente la comunità verbanese”.

Questa voce è stata pubblicata in Teatro. Contrassegna il permalink.