FRAZIONE DI SUNA. LE NOVITA’ DELL’ESTATE

Torna l’isola pedonale sul lungolago in occasione delle manifestazioni estive, come ormai accade da anni. E la spiaggia dell’ex colonia solare si arricchisce di nuovi servizi, restando però integralmente a ingresso libero.

Dopo la querelle tra Giunta e popolazione sul poco sensato “senso unico” di via Troubetzokoy, l’estate sunese entra nel vivo, in attesa della conclusione dei lavori per la nuova area solarium/balneare della Beata Giovannina. Due in fatti reclamizzati dalla stampa locale: l’isola pedonale sul lungolago in occasione della manifestazioni serali e notturne; la riapertura della spiaggia dell’ex colonia solare. Se il primo fatto altro non è che la naturale e ovvia riproposizione di quanto fatto a Suna nelle estati degli anni scorsi, quando in occasione della Notta Bianca, di Notti di Note e di altre manifestazioni sportivo-culinarie (pesciolata, Notte delle Stelle..) il lungolago veniva chiuso al traffico, all’ex colonia solare qualche novità c’è.

Riqualificata integralmente nel 2008, la spiaggia torna da quest’anno ad avere un bar, così come previsto da un bando di gara predisposto all’inizio del 2009. Il bar, che trova spazio nel locale che già ne ospitò uno una dozzina d’anni fa, avrà a disposizione l’attigua area pavimentata a ghiaia per la posa di tavolini e coperture; il gestore del bar potrà anche offrire ai bagnanti servizi a pagamento (nolo di ombrelloni e lettini da sole), ma non avrà nessun uso esclusivo di suolo ad eccezione di quello destinato alla posa dei tavolini.

Ciò significa che la spiaggia continuerà ad essere ad ingresso libero e nessuno spazio potrà essere vietato ai bagnanti dal gestore del bar; neppure quello sopraelevato antistante il pontile d’attracco, come era sembrato di capire da qualche sommario resoconto giornalistico.

 

Questa voce è stata pubblicata in Politica cittadina. Contrassegna il permalink.