QUALCHE BUGIA, MA LI ABBIAMO FERMATI

Ricordate sullo scorso numero il pezzo sul “divieto d’accesso” dei cittadini in Municipio disposto dalla Giunta? Li abbiamo colti in flagrante e non lo faranno più.

Sullo scorso numero di questo foglio davamo notizia del tentativo della Giunta di chiudere ai cittadini il libero accesso agli uffici “nobili” del Palazzo di Città. Eco Risveglio ha chiesto lumi in Comune e possiamo confermarvi che la ritirata è iniziata. Dichiara il sindaco: “E’ vero che esiste questo dispositivo [l’”apriporta” a budge] ma non l’abbiamo predisposto noi e poi non è ancora in funzione…Io sono assolutamente favorevole all’ingresso libero dei cittadini in municipio, ma è anche vero che senza filtri e senza controlli possono capitare anche situazioni spiacevoli e pericolose…Insieme all’assessore Manzini ci stiamo pensando, perché temo che il sistema a budge sia troppo complicato e blocchi in effetti l’ingresso dei cittadini..ecc. ecc.”.

Cosa avete capite? Io ho capito che si dice una bugia (“questo dispositivo non l’abbiamo predisposto noi”, quando invece l’aggeggio è comparso un paio di mesi fa), che viene poi mestamente dichiarata quando si dice del sistema a budge “troppo complicato” e che sindaco e assessore “ci stanno pensando”. Ho poi capito che, colti sul fatto, sindaco e assessore si accingono a rinculare, come avevamo loro caldamente invitato a fare.

Infine, davvero spassosa la giustificazione addotta per tentare il “blocco” ai cittadini che, sino a prova contraria, del Comune sono i padroni: “senza filtri e senza controlli possono capitare anche situazioni spiacevoli e pericolose”. Ma quando mai! Da sessantacinque anni in Municipio i Verbanesi entrano tranquillamente e le situazioni “spiacevoli e pericolose (?)” sono sempre state gestite con accortezza, equilibrio e rispetto. Che Destra e Lega abbiano paura di qualche cittadino arrabbiato?

Questa voce è stata pubblicata in Politica cittadina. Contrassegna il permalink.